Metabisolfito di potassio 250 gr

METABISOLFITO DI POTASSIO

Inibente selettivo di fermenti indesiderati
Applicazione : solfitazione di mosti e vini

CARATTERISTICHE GENERALI E QUALITATIVE

Aspetto : polvere cristallina bianca, con odore caratteristico di anidride solforosa
Additivo indispensabilwe in enologia per le sue molteplici funzioni; è in grado di esplicare una funzione solubizzante di polifenoli, antimicrobica verso la microflora indesiderata, acidificante, antiossidasica verso gli enzimi ossidasici, antiossidante.

MODALITA’ D’USO
Sciogliere il prodotto in poca acqua o vino, e addizionarlo nella massa da trattare, omogeneizzandola accuratamente.

STOCCAGGIO
Teme l’umidità, si consiglia l'immagazzinamento in luogo fresco e asciutto, in quanto il prodotto umido si ossida facilmente a solfato di potassio, mentre se si riscalda, libera SO2 trasformandosi in solfiti.

Confezione da 250 gr

3,00 €
Disponibilita': Disponibile
Codice
5181500

METABISOLFITO DI POTASSIO

Inibente selettivo di fermenti indesiderati

Applicazione : solfitazione di mosti e vini

CARATTERISTICHE GENERALI E QUALITATIVE

Aspetto : polvere cristallina bianca, con odore caratteristico di anidride solforosa

Additivo indispensabilwe in enologia per le sue molteplici funzioni; è in grado di esplicare una funzione solubizzante di polifenoli, antimicrobica verso la microflora indesiderata, acidificante, antiossidasica verso gli enzimi ossidasici, antiossidante.

Titolo :%SO2 >56

Titolo : %K2S2O5 >97.2

Solfati : %K2SO4 complemento a 100%

Tiosolfati : %K2S2O5 <0.04

Ferro : % come Fe <0.001

Metalli pesanti : % come Pb <0.001

Selenio : % come Se <0.0005

Arsenico : % come As <0.0003

Piombo : % come Pb <0.0005

Mercurio : % come hg <0.0001

CARATTERISTICHE CHIMICO-FISICHE : 

Formula : K2S2O5 

Peso molecolare : 222.33

Sinonimi : Potassio bisolfito anidro, potassio bisolfito, potassio disolfito

Densità apparente :  1.0 -1.3 kg/dm³ ca

DOSI 

Il regolamento CE 1493/99, allegato V, specifica i seguenti limiti, espressi come SO2 totale:

a) 160mg/L per i vini rossi;

b) 210mg/L per vini bianchi e rosati

c) 235mg/L per i vini spumanti

Sono possibili limiti più restrittivi nei singoli stati.

Per i vini non spumanti con tenore in zuccheri residui, espresso in zucchero invertito, pari o superiore a 5g/L i limiti diventano i seguenti:

  •  210mg/L per i vini rossi
  •  260mg/L per i vini bianchi e rosati

MODALITA’ D’USO

Sciogliere il prodotto in poca acqua o vino, e addizionarlo nella massa da trattare, omogeneizzandola accuratamente.

STOCCAGGIO

Teme l’umidità! Immagazzinare in luogo fresco e asciutto, in quanto il prodotto umido si ossida facilmente a solfato di potassio, mentre se si riscalda, libera SO2 trasformandosi in solfiti.